Aiesil 04.3

#mondoaiesil – Il pensiero di Katia Nadalini

Le riflessioni di Katia Nadalini

Francesco Cuccuini 02

Un’altra intervista

Ascoltiamo le considerazioni di Katia Nadalini di Anzola dell’Emilia BO che affianca ai tuttologi una nuova tipologia di consulenti: i consulenti cinesi

Leggiamo

§ § §

1. Gli Operatori della sicurezza sono qualificati, che punti di forza e che limiti riscontri?

Sulla qualifica degli operatori “il tuttologo” è la figura più pericolosa che si possa incontrare, al pari del “consulente cinese” (tutto al prezzo più basso).

Questo lo vedo sempre più spesso nei corsi di formazione: gente improvvisata, con il minimo sindacale dei requisiti dei formatori (e comunque la legge lo consente), slide acquistate e nemmeno personalizzate, il tutto alla metà del prezzo;

Questo lo consente il Decreto di Qualifica dei formatori: lo può fare un po’ chiunque, quindi perché investire prima nella propria formazione, stando costantemente aggiornati quando puoi rivendere il corso senza il minimo sforzo?

2. Gli operatori della sicurezza sono rappresentati? Sono uniti?

Gli operatori non sono rappresentati, o lo sono davvero molto poco

3. Cosa apprezzi delle associazioni professionali? Cosa vorresti potenziare?

Le associazioni possono essere un valido aiuto, ma occorre istituire degli Albi professionali, riconosciuti a livello ministeriale costantemente verificati dalle autorità competenti, altrimenti si ricade in quanto detto al punto 1

§ § §

Hai letto quanto esposto da Katia? Che ne dici collega Operatore della sicurezza?

Aspettiamo un tuo commento

Francesco Cuccuini